L’UCRAINA HA SGOMINATO UN “GIRO DI TRAFFICO UMANO” CHE VENDEVA BAMBINI A ‘UOMINI SINGLE DI UN CERTO ORIENTAMENTO’ DI NAZIONALITA’ CINESE

La polizia ucraina ha fatto un irruzione in una clinica privata di riproduzione assistita che si presume “venda bambini” alla Cina. Mentre i sospettati sono accusati di “traffico umano”, la maternità surrogata è una zona grigia, a livello di legislatura, in Ucraina. Questo scandalo è stato scoperto dal Ministro dell’Interno, questo sabato. La polizia ha messo fine ad un giro di traffico umano che aveva la sua base a Kiev, presso una clinica di riproduzione assistita. Ulteriori dettagli sul caso sono stati condivisi dal Deputato del Ministero dell’Interno Anton Gerashenko sulla sua pagina facebook. Nel giro era coinvolta la dirigente della clinica, suo figlio, insieme ad altri due ucraini e tre cinesi. Sono stati quindi accusati di traffico umano e ciò potrebbe tradursi in una detenzione fino a 12 anni e confisca dei beni. La maggior parte dei clienti della clinica erano uomini single cinesi di un “certo orientamento”, come ha commentato Gerashenko. Mentre l’esatto numero dei bambini, vittime di questo traffico, resta sconosciuto, ci sono almeno altri 140 cinesi che sono sotto indagine, ha aggiunto il funzionario. Il prezzo per un bambino era di circa $ 50.000. La considerevole cifra copriva inseminazione artificiale della madre surrogata, supporto legale e’organizzazione di matrimoni fittizi, necessari per facilitare l’introduzione illegale di questi bambini all’estero. Non è ancora chiaro se i padri di questi bambini fossero poi quelli che li avrebbero adottati. Cinque neonati, che si crede siano stati vittime di traffico, sono stati trovati in degli appartamenti privati da alcuni investigatori nella capitale ucraina e portati in delle cliniche ostetriche. Mentre i sospettati restano accusati di “traffico umano”, resta comunque cavillo – la maternità surrogata non è sottoposta ad alcuna legge in Ucraina e soggiace ad una zona grigia della legislatura. Non essendo esplicitamente proibita dalla legge, viene richiesto nient’altro che un semplice contratto tra la madre surrogata e i parenti futuri.

Fonte originale: https://www.rt.com/news/486930-ukraine-china-baby-trafficking/amp/?__twitter_impression=true&fbclid=IwAR1P4OlADuNfCpq0Wbw7bszhmk5KHr-XXUaCNlvohtX5k3yn8bAssR6ptao

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email