Negli Usa ucciso ricercatore cinese “vicino a scoperte sul Covid-19”

Un connazionale lo ha assassinato in casa e si è suicidato. Studiava la comprensione dei meccanismi cellulari che sottintendono all’infezione da SARS-CoV-2.

Un professore cinese dell’università di Pittsburgh che era vicino a “scoperte molto significative” sul Covid-19 è stato assassinato nella città della Pennsylvania in un caso di omicidio-suicidio.

Bing Liu, 37 anni, è stato ucciso in casa con numerosi spari alla testa, al collo e al torace. L’omicida è il 46enne Hao Gu, anche lui di Pittsburgh, che poi si è ucciso nella sua auto, parcheggiata poco distante. La polizia ritiene che i due si conoscessero e che il movente non sia una rapina. Il delitto è avvenuto sul patio della casa mentre la moglie della vittima era fuori.

L’università di Pittsburgh ha spiegato che Bing Liu aveva un dottorato in chimica ed era “un eccezionale e prolifico ricercatore” che era “vicino a realizzare scoperte molto significative per la comprensione dei meccanismi cellulari che sottintendono all’infezione da SARS-CoV-2 e alle successive complicazioni”. “Faremo uno sforzo per completare ciò che ha iniziato in modo da rendere omaggio alla sua eccellenza scientifica”, ha fatto sapere l’ateneo.

I ricercatori della University of Pittsburgh School of Medicine coordinati dall’italiano Andrea Gambotto e da Louis Falo stanno lavorando a un vaccino contro il nuovo coronavirus Sars-Cov-2 che ha superato già la fase della sperimentazione animale e, secondo i primi test, produce anticorpi specifici in quantità ritenute sufficienti a neutralizzare il virus.

Fonte: https://www.agi.it/estero/news/2020-05-06/coronavirus-covid-19-ricercatore-cinese-ucciso-universit-di-pittsburgh-8533113/

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email