Perse le mail dei medici di base. Centinaia di casi sospetti di coronavirus svaniti

La casella di posta era piena, commissariato il Sisp. La Regione chiede conto a tutte le Asl

Perse le mail dei medici di base. Centinaia di casi sospetti di coronavirus svaniti

ALESSANDRO MONDOPUBBLICATO IL15 Aprile 2020 ULTIMA MODIFICA15 Aprile 2020 10:04

TORINO. Un fatto grave, che rinfocola lo scontro tra il sistema regionale e i medici di base portandolo al punto di non ritorno, o quasi. Gli stessi medici che l’11 marzo erano stati rampognati dall’Unità di crisi regionale perché alcuni di loro avrebbero dirottato i pazienti sul numero 112 invece «di assolvere ai compiti istituzionali propri».Ora scoprono che le mancanze sono altrove. Il Sisp, acronimo di Servizio di igiene e sanità pubblica dell’Asl di Torino, ha fatto cilecca: le segnalazioni che gli stessi medici avevano inviato via mail su casi sospetti positivi sono state bloccate da una casella di posta rapidamente ingolfata dalla raffica delle segnalazioni; parte dei pazienti non sono stati ricontattati, altri sono stati “recuperati” parecchi giorni dopo. Ovviamente a fronte di situazioni che nel frattempo avevano preso pieghe diverse.Una falla, anzi una vera breccia nel sistema, che avrebbe potuto essere evitata con maggiore personale e prima ancora con una casella di posta ampliata o con più caselle di posta. «Evidentemente il Sisp non ha funzionato – spiega il dottor Roberto Testi, responsabile Medicina legale dell’Asl di Torino, dalla quale dipende il servizio, e a capo del Comitato tecnico-scientifico istituito dalla Regione -. Per un certo periodo le mail sono arrivate e sono state processate. Poi mi sono accorto, grazie alle segnalazioni di alcuni pazienti o a seguito di mail inviate più volte dallo stesso utente, che qualcosa non funzionava, e sono intervenuto: potenziando il personale, estendendo la capacità della casella e attivandone altre».

Fonte: https://www.lastampa.it/torino/2020/04/15/news/perse-le-mail-dei-medici-di-base-centinaia-di-casi-sospetti-di-coronavirus-svaniti-1.38719740?fbclid=IwAR2KD7wdQ4FTrTaSzGSjlhsawsS43TljR431DfOoLlD1XiqzCdtjiu0pBFI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email